//
stai leggendo...
Argomenti, Articoli, Cattolici e politica, Partito, Stampa

In ricordo di Nanni Russo

I giusti erediteranno la terra e la abiteranno per sempre… (Salmo 37,29).

Nanni Russo, avvocato di Savona ed ex Senatore è morto questa mattina, a Savona, a 84 anni, dopo una lunga e penosa malattia, con la discrezione che ha contrassegnato da sempre il suo cammino, nell’impegno politico, in quello professionale e nella dimensione famigliare.
Lo ricordo con affetto e ammirazione, per ció che ha fatto e per i valori che ha rappresentato nel mondo della giustizia, come avvocato di spessore, nelle istituzioni, come politico autorevole e competente, riconosciuto e apprezzato da amici e avversari come personalità di rara moralità e coerenza.

Non è vero che la buona politica non esiste. Finchè cittadini esemplari ispirati dai grandi valori di libertá, legalità e giustizia ne esprimono la passione, la concretezza e la bellezza come ha fatto Nanni Russo nel corso della sua vita, nelle mille battaglie cui ha partecipato, per i diritti, per la democrazia, per il bene comune, allora si potrà dire eccola la Politica con la P maiuscola, quella che ha alimentato le speranze della generazione che ha fatto la Resistenza, le aspirazioni dei padri costituenti, l’impegno di coloro che la interpretano e la vivono oggi come impegno gratuito per cambiare il mondo e renderlo più bello e più giusto di come lo hanno trovato.

Nanni ha creduto seriamente nel progetto dell’Ulivo, ne ha vissuto intensamente la stagione iniziale e ne ha sofferto i limiti e le contraddizioni nella precaria esperienza di governo del 1996/98. Ha partecipato da Senatore cristiano sociale, con serietà e rigore ai lavori della Commissione Bicamerale per la riforma costituzionale, presieduta da Massimo D’Alema. Un cristiano della sinistra che ha segnato, insieme ad altre grandi figure di politici credenti indimenticabili come Ermanno Gorrieri, Domenico Maselli, Piero Casadei Monti, Pietro Scoppola, Livio Labor il confine dove la fede incontra la politica e interpretandone laicamente le aspirazioni, la alimenta “quale forma più alta della carità “secondo gli insegnamenti del Concilio.

Ciao Nanni, caro amico, ci mancherai. Riposa in pace.

Discussione

Nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>