//
archivio

Stampa

Questa categoria contiene 14 articoli

Prepariamo bene il futuro di cui l’Italia ha bisogno

Ma davvero qualcuno pensa che si possa votare a cuor leggero il 24 di settembre o giù di lì? E che con questa legge elettorale e le forze politiche che sono in campo, si possa poi costituire un governo in pochi giorni, per approvare la legge di stabilità ed evitare l’esercizio provvisorio e il conseguente … Continua a leggere

Il cammino importante e plurale di una storia

Sabato, a Roma, abbiamo avviato il processo che porterà, entro il 2018, allo scioglimento dei Cristiano Sociali. Lo abbiamo fatto con discrezione, orgoglio e responsabilità.

Il Pd ha smarrito il senso

Adesso me ne sono convinto anch’io: il Pd può davvero implodere, e può smarrire il senso autentico della sua missione. “Fare un’Italia nuova” e “promuovere una nuova classe dirigente, capace di stabilire un rapporto più diretto e costante fra politica e società”, così era scritto nel Manifesto dei valori, del febbraio 2008, elaborato dalla Commissione … Continua a leggere

Le ragioni per cui voterò Si

Ho deciso di votare Si al Referendum del 4 dicembre, nonostante il crescente fastidio per il clima irrespirabile e rissoso della campagna elettorale. Si sono dette e si ripetono ancora tante false verità sulla materia del contendere, da una parte e dall’altra. Ancora in questi giorni, per aggredire e contrastare i sostenitori delle tesi opposte … Continua a leggere

In ricordo di Nanni Russo

I giusti erediteranno la terra e la abiteranno per sempre… (Salmo 37,29).

Basta propaganda sulle famiglie

Il problema delle nascite in Italia è cosa seria ma il bonus bebè non è altro che l’ennesimo spot. Così si creano solo aspettative e illusioni che non saranno mai esaudite.

Domenico Maselli, una vita per il dialogo, per i diritti umani, per le minoranze.

Domenico Maselli ė morto venerdì, 4 marzo, a Lucca, nella sua casa. Aveva 82 anni. È avvenuto improvvisamente, anche se da tempo la fatica dell’etá e degli impegni a cui continuava a non sottrarsi, si faceva sentire e mostrava i suoi segni. Ci ha lasciati con la stessa discrezione con cui ha vissuto il suo … Continua a leggere

Pd, non facciamoci del male

Considero la riforma Cirinnà approvata giovedì dal Senato una buona legge, un passo in avanti importante per introdurre anche nell’ordinamento italiano diritti e responsabilità, riconoscimenti e cittadinanza, garanzie sociali e libertà civili finora negate o impedite. Un nuovo “diritto delle famiglie” è stato detto, con il quale “escono dall’inferno della clandestinità ed entrano nella legalità … Continua a leggere

Unioni civili, senza integralismi

L’approvazione di una buona legge sulle unioni di fatto si può fare, questa volta è un obiettivo a portata di “mano”. Io ci credo.  Bisogna però evitare la radicalizzazione delle posizioni, gli integralismi ideologici o confessionali, il particolarismo normativo (la pretesa, cioè, di normare tutti gli aspetti, anche i più minuti, della vita affettiva e … Continua a leggere

La riforma del Senato e quella del Titolo V sono una cosa seria

L’Unità, 5 maggio 2014 Non si cambiano 45 articoli della Costituzione con un diktat o sulla base di un accordo extraparlamentare. Cambiare il Paese dopo anni di immobilismo va bene, ma quando è in gioco la Costituzione, la “velocità” non può diventare un valore irrinunciabile. Bisogna procedere con decisione ma anche con responsabilità e saggezza. … Continua a leggere